Finanziarie

Investire senza rimpianti! O quasi…

Le emozioni sono parte integrante dell’esistenza umana, influenzano le nostre azioni quotidiane, le scelte e persino le nostre decisioni di investimento.

Allego un articolo interessante che aiuta a capire come certe decisioni, influenzate dalle emozioni, possono cambiarci la vita.

Per approfondire clicca qui: Investire senza rimpianti!

21 giugno 2024

“Stelle” inutili senza consulenza.

Un articolo del 2004 che custodisco ancora perché sembra sempre attuale.

In questi vent’anni ho cercato di applicare le regole fondamentali della pianificazione, perché i miei clienti si meritano di far parte del 20% dei più “fortunati”!

Buona lettura.

19 aprile 2024

Dal ‘Market Timing’ alla pazienza: superare in astuzia l’action bias negli investimenti.

La finanza comportamentale ha descritto da tempo il bias che spinge all’azione, chiamandolo “action bias” o “pregiudizio d’azione”.

Le implicazioni che questo pregiudizio si porta dietro sono davvero molteplici e in ogni ambito della nostra vita: pensiamo alla medicina, allo sport e, per non fare eccezione, anche al mondo degli investimenti.

Quali sono le motivazioni che spingono a preferire l’azione all’inazione?

Se sei curioso approfondisci leggendo l’articolo che allego.

5 aprile 2024

“Non solo BTP Valore”: riusciamo ad andare oltre alle mode?

Condivido un’analisi di un nostro partner riferita alle emissioni di grande successo che i BTP stanno riscuotendo nell’ultimo anno, approfondendo temi che spesso dimentichiamo perché assuefatti dal rendimento cedolare.

Buona lettura.

P.S. Non dimentichiamoci i rating degli emittenti (l’affidabilità).

08 marzo 2024

Lo dice l’OCSE.

“Considerato l’aumento dei tassi di interesse a breve termine nell’ultimo anno, l’attrattiva dei contratti di assicurazione sulla vita esistenti è diminuita rispetto ad altri prodotti finanziari con rischio comparabile,…..” e ci troviamo nella situazione dove il mercato presenta maggiori opportunità che la semplice e sicura gestione separata.

Buona lettura.

23 febbraio 2024

Cartoline dal futuro: dritto al futuro.

Ultima puntata della serie Cartoline dal Futuro firmata da Invesco, asset manager americano, che ci permetterà di “visualizzare” questo domani, che a volte sembra sfuggire e che invece è lì che ci attende.

La storia di Paolino che deve decidere se rassegnarsi o proiettarsi dritto al futuro.

Per il video clicca qui

Buona visione.

12 gennaio 2024

Cartoline dal futuro: da una vita.

La sicurezza oggi è una chimera e probabilmente lo sarà anche in futuro.

Beppe ha tante spese e molti pensieri: il master all’estero è un investimento sul futuro del figlio, ma anche la goccia che rischia di far traboccare il vaso.

Sarà l’incontro che aspettava da una vita, con una persona che non conosceva ma che gli è molto vicina, a fargli vedere le cose da una prospettiva diversa.

Per il video clicca qui

Buona visione.

15 dicembre 2023

Cartoline dal futuro: cena in famiglia.

Il futuro è pieno di promesse e certamente “non è più quello di una volta”.

Progettare il nostro futuro finanziario è estremamente difficile, perché siamo molto arroccati nel presente, ma è necessario perché “é la che vivremo il resto della nostra vita”.

Buona visione.

Per il video clicca qui

24 novembre 2023

Cartoline dal futuro: a misura d’uomo.

Quali sono le decisioni che impattano maggiormente sul nostro futuro?

Spesso si pensa al futuro in modo astratto, senza consapevolizzare che sarà il risultato delle scelte che facciamo nel presente.

L’unico modo per renderlo realizzabile è pianificare concretamente le singole azioni in base agli obiettivi che ognuno di noi ha; che siano obiettivi di vita o obiettivi finanziari.

Cartoline dal Futuro, è la web serie firmata da Invesco, asset manager americano, che ci permetterà di “visualizzare” questo domani, che a volte sembra sfuggire e che invece è lì che ci attende.

Perché il nostro futuro è pieno di promesse, ma il momento per coglierle è ora.

Buona visione.

Per il video clicca qui

03 novembre 2023

Chi va piano va sano e va lontano. La storia di Ronald Read.

Si parla spesso dell’importanza dell’orizzonte temporale per la bontà degli investimenti. Poi ci sono alcune storie che ne evidenziano il potenziale “miracoloso”.

La storia di Ronald James Read, che è stato un filantropo, investitore, addetto alle pulizie e benzinaio americano, ne sottolinea la potenza.

Nato in una zona rurale del Vermont, Ronald era stato il primo nella sua famiglia a diplomarsi al liceo: un risultato ancor più impressionante se si considera che andava a scuola in autostop ogni giorno.

Per chi lo conosceva, non c’era molto altro da raccontare: Ronald Read era un uomo semplice e conduceva una vita spartana.

Ha riempito serbatoi in una stazione di servizio per venticinque anni e per diciassette ha spazzato i pavimenti dei grandi magazzini JC Penney; a 38 anni ha comprato una casa con due camere da letto per dodicimila dollari e ci ha vissuto per il resto della vita.

Alla sua morte, nel 2014, Ronald Read sorprese i suoi concittadini perché nel suo testamento lasciò due milioni di dollari ai figliastri e oltre sei milioni all’ospedale e alla biblioteca del suo paese.

Come aveva fatto Read, con una vita così simile a quella di milioni di altre persone, ad accumulare una fortuna del genere?

Il benzinaio del Vermont non aveva ricevuto nessuna ricca eredità, non aveva vinto nessuna lotteria e non aveva alcuna preparazione economica o finanziaria, ma aveva investito con regolarità e disciplina i suoi risparmi nelle aziende di Wall Street, partecipando agli aumenti di capitale e reinvestendo i dividendi ricevuti.

Una vita tranquilla e priva di eccessi unita ad una sana abitudine all’investimento lo hanno reso milionario.

Buona riflessione.

15 settembre 2023