Finanziarie

Immobile amore eterno.
Se il 73% degli italiani è proprietario di prima casa, contro il 51,9% dei tedeschi, ci fa capire quanto la questione sia spinosa.
Sono parecchi anni che si parla di adeguamento delle rendite catastali, prima o poi qualcosa succederà.
13 ottobre 2021
L’autogol degli italiani con il “TESORETTO” in banca

Spesso condivido gli articoli di Leopoldo Gasbarro perchè li trovo sempre utili per riflessioni che dovrebbero servirci.

“Perfino il presidente Mattarella, in occasione della giornata del risparmio, aveva parlato dell’incoerenza finanziaria nel detenere tanti risparmi in conto corrente……… Abbiamo fallito se il trend è quello che stiamo vedendo, se gli italiani continuano a bruciare il frutto dei loro sacrifici…”.

Come sempre, buona lettura.

15 luglio 2021

“In borsa si diventa vincitori quando si impara a perdere”

Come diceva Benjamin Graham, i nostri investimenti, non dipendono dagli andamenti e dalle oscillazioni del mercato, ma dipendono necessariamente dai nostri comportamenti….. “Se il piano d’investimento è costruito per affrontare i nostri bisogni, fragilità e progetti, come nella vita, dobbiamo essere disposti a sopportare e contrastare e resistere ai momenti di difficoltà, ai momenti di burrasca, ai momenti di incertezza dei mercati.”

Nell’augurarvi buona lettura, ringrazio sempre Leopoldo Gasbarro per i suoi articoli sempre molto educativi.

14 maggio 2021

 

“Chi è preparato -batte- il MES”

Voglio condividere un semplice articolo di gennaio, per far capire l’importanza di pianificare la nostra vita finanziaria.

Avere chiaro a cosa possono servire i denari che tanto faticosamente risparmiamo, ci permette di farli fruttare adeguatamente.

Tenere in riserva, per il non si sa mai, il 70% della nostra ricchezza finanziaria ci rende più poveri e come dice il dott. Gasbarro: “pensate da 5/10 anni a questa parte quanto abbiamo perduto. Altro che MES, altro che Recovery Fund”.

Chi è preparato batte il Mes

22 marzo 2021

L’ottava meraviglia del mondo.

                     

“L’interesse composto è l’ottava meraviglia del mondo: chi lo capisce, lo guadagna; chi non lo capisce, lo paga”. Sempre, Albert Einstein, ha detto che l’interesse composto è la forza più potente dell’universo, consapevole del fatto che grazie all’interesse composto, anche con un piccolo capitale da investire, si ottiene un buon rendimento soprattutto sfruttando pazientemente la leva del tempo.

(Trecani: 2. Operazione finanziaria con la quale gli interessi maturati su un capitale sono aggiunti al capitale medesimo (capitalizzati) perché anch’essi fruttino in futuro interessi insieme col capitale.)

Quante volte ho visto questo grafico, impotente di fronte ai comportamenti umani. Se imparassimo che il tempo associato alla capitalizzazione ci permette di raggiungere mete impensabili. In cinquant’anni di mercato, con tutte le sue crisi, potevamo ottenere un risultato non confrontabile con nessuna altra forma d’investimento. Eppure, non è certamente nel noto delle persone.

Sono fiducioso che con pazienza possiamo fare un bel lavoro.

Capitalizzazione_1970_2020 (1)

26 febbraio 2021

In Italia ansia finanziaria alta.

Iniziamo l’anno con una riflessione: qual’è la relazione tra la gestione dei soldi e la salute?

Riprendo le parole della prof. Annamaria Lusardi: “…Prenderci cura della nostra salute finanziaria, dedicare del tempo alle nostre scelte finanziarie, che sono tante più di quelle che immaginiamo, e diventare coscienti del peso che hanno. Come per la salute, seguire buone pratiche in finanza ci fa vivere meglio. E stare bene finanziariamente può favorire la nostra salute fisica….”.

Per approfondire clicca qui: In Italia ansia finanziaria

15 gennaio 2021

Il paese più attrattivo….

In questi mesi abbiamo sentito parlare molto di spesa pubblica e poco, o niente, di investimenti privati.

“Sembra incredibile, ma l’Italia è il paese europeo nel quale molti grandi fondi di investimento internazionale intendono investire di più………..”

Quello che ci attende è una grande occasione di rinascita; spetta a noi fare finalmente le grandi riforme, necessarie ormai da decenni, che permetteranno così di recuperare la competitività necessaria per vedere un futuro più roseo.

Per approfondire clicca qui: Il paese più attrattivo per i privati

21 dicembre 2020

Troppi soldi fermi sul conto?…

Facciamo sempre molta fatica a pensare che se lasciamo i soldi fermi nei conti correnti ci rimettiamo; e sì, proprio così, negli ultimi vent’anni abbiamo perso circa il 30% (l’inflazione lavora tutti i giorni in maniera silenziosa, persino i media non se ne accorgono).

Uno degli errori più comuni che possiamo commettere e pensare che le somme, tutte le somme, potrebbero servirci domani, ma la realtà è un’altra.

Una buona pianificazione ci permette di tenere disponibili le somme che ci servono per vivere e per gli imprevisti “immediati”, e ci aiuta a vedere più lontano sia negli obiettivi di vita che nelle scelte finanziarie, sfruttando così il lavoro altrettanto silenzioso del tempo e meraviglioso della capitalizzazione.

Per approfondire clicca qui: Troppi soldi fermi sul conto

09 dicembre 2020

Italiani-risparmio, la pianificazione non è una priorità

Da tre anni è stato istituito per legge ad ottobre “Il mese dell’educazione finanziaria”, perché si è visto che mediamente i cittadini /risparmiatori italiani hanno delle lacune di base che non permette loro di ottimizzare i propri sacrifici. Clicca il link per accedere al sito del governo Portale educazione finanziaria

In questa occasione vengono presentati i risultati delle varie ricerche sul comportamento degli italiani in ambito finanziario; anche quest’anno l’indagine ha evidenziato delle criticità e a mio avviso la più importante è la capacità di “vedere lontano”.

Tutti sappiamo che la nostra vita è fatta da tappe fisse che con il tempo arriveranno, ma pochi riescono a finalizzare le scelte di investimento ai specifici obiettivi di vita; lo dimostra il fatto che oggi 1.700 miliardi di euro sono fermi nei conti correnti (corrispondono a circa il 40% della ricchezza finanziaria).

Italiani-Risparmio

13 novembre 2020

Il segreto della capitalizzazione.

Ottobre è il mese dell’educazione finanziaria e per questo ho pensato di ripresentare l’articolo che parla del “Il segreto della capitalizzazione”.
Si tratta di una cosa semplicissima (Einstein la definita l’ottava meraviglia del mondo) ma la nostra mente ci impedisce di credere che sia vero e ci impedisce di riuscire ad applicarla. Risparmio e tempo abbinato alla capitalizzazione, sono i segreti della propria libertà economica applicata a qualsiasi categoria di risparmiatore.
Ri-buona lettura.

La maggior parte degli investitori non riesce a sfruttare appieno l’incredibile potere della capitalizzazione, il potere esponenziale della crescita moltiplicata per la crescita”, vediamo un esempio.

Due amici, Joe e Bob, decidono di investire $ 300 al mese. Joe inizia a diciannove anni, continua per altri otto e poi smette; in tutto ha risparmiato $ 28.800. Bob invece, comincia a risparmiare sempre $ 300 ma dai 27 anni per tutta la vita per un totale di $ 140.000.

I soldi accantonati dai due amici capitalizzano a un tasso del 10% all’anno (che è il rendimento storico del mercato azionario americano) e all’età di sessantacinque anni Joe si trova un capitale di $ 1.863.287 mentre Bob di $ 1.589.733.

INCREDIBILE….. VERO???

Questo è il miracolo della capitalizzazione, il potere esponenziale della crescita moltiplicata per la crescita.

Non pensate anche voi che il regalo più grande che possiamo fare ai nostri figli o nipoti, per la loro libertà finanziaria, sia una buona educazione finanziaria abbinata al segreto della capitalizzazione?

Buona esercitazione.

Esercizio di Capitalizzazione_05.2020.

P.S. Allego foglio excel, così potete esercitarvi .
*tratto dal libro “Incrollabile” di Tony Robbins.

09 ottobre 2020